Chiesa, Paolo
Sec. XVIII-XIX. Organaro. Di origine lodigiana, si stabilì a Milano. Definito virtuoso nell'arte organaria in molti documenti, operò anche in Ticino. Insieme con il fratello lavorò all'organo della Collegiata di Bellinzona negli anni 1790-1793 rifacendo una parte dei registri, sostituendo i mantici e compiendo altri lavori di restauro. Negli anni successivi ritornò a Bellinzona per accordare lo strumento.
 
BIBL.: BRMA I, 27-29; Inid. IV, 91; A. Calderari, Organi e organisti della Collegiata di Bellinzona, Lugano 1973, 11-13.