Filippini, Rocco
* Lugano, 7 IX 1943. Violoncellista. Nato da una famiglia di artisti, ha studiato con Mauro Poggio, Pierre Fournier e Franz Walter ottenendo nel 1962 il “Premier prix de virtuosité” al cons. di Ginevra. Nel 1964 inizia la carriera concertistica vincendo il concorso intern. di Ginevra. Si aggiudica in seguito anche il “Prix de la Guilde du Disque”, quello di migliore solista dell'anno 1967, attribuito dall'Associazione dei musicisti svizzeri, e il premio “Casals” a Budapest nel 1968. Ha svolto un'intensa attività concertistica nei principali centri europei e degli Stati Uniti presentandosi come solista in recital o con orch., collaborando con celebri musicisti e con il Trio di Milano, di cui è membro fondatore. È stato ospite di molti festivals intern. tra cui quelli di Edimburgo, Vienna, Bratislava, Stresa, Sofia. Solista dei “Festivals Strings” di Lucerna e dei “Virtuosi di Roma”, è stato primo vcl. solista dell'Orch. de Chambre de Lausanne e dell'orch. dell'Accademia S. Cecilia di Roma. Ha eseguito molti capolavori del repertorio della mus. da camera con B. Canino, D. Asciolla, A. Meunier, e con S. Accardo, B. Giuranna e F. Petracchi ha fondato, nel 1985, l'Accademia di perfezionamento di Cremona. Ha diretto vari corsi intern. di perfezionamento ed insegna vlc. al cons. di Milano. Il suo strumento è il famoso “Baron Rothschild” costruito da Antonio Stradivari nel 1710.