Kok, Leo
Amsterdam, 24 XI 1893. Compositore e pianista. Ha studiato pf. e compos. al cons. dell'Aia fino al 1914. Durante la prima guerra mondiale ha pubblicato molte romanze su testi di poeti francesi (Verlaine, Baudelaire, ecc.). Nel 1919 partì per Parigi e studiò pf. con Arthur de Greef a Bruxelles e Percy Granger a Londra, e compos. con Willem Pijper. Dal 1921 è domiciliato ad Ascona e Parigi. Accompagnatore di molti musicisti, tra i quali il violoncellista à Lennart von Zweygberg (?) che viveva pure a Locarno, ha dato numerosi concerti in molti paesi. Nel 1924 ha scritto la mus. per la Festa delle Camelie a Locarno che fu allestita con i decori e i costuni ideati da Alexandre Cingria e la scenografia di René Marax. Ha accompagnato molto danzatori e balletti e scritto per loro anche molta mus. che è rimasta manoscritta. Dal 1940 ha smesso ogni attività musicale e dopo la guerra ha aperto una libreria dapprima a Parigi e poi ad Ascona.
 
COMPOS.: Trois danses exotiques per pf., Londra 1921, Chester; Petite chanson pour les enfants qui n'ont pas de Noël per vl e pf, Sèvres 1927, Allard; Enfance per pf., Londra 1928, Chester; Sept mélodies retrouvées per canto e pf., Parigi 1935, GLM.