Sajani, Goffredo
* Brescia, 3 VI 1885 + Samaden, 18 IX 1951. Composi~ore, violinista, d~rettore d'orchestra e scrittore. Compì gli studi mus. al cons. di Bergamo, che frequentò dal 1895 ai 1905 ottenendo il diploma di magistero e tre primi premi. Dopo alcuni anni vissuti nella Svizzera Romanda, a Lugano assunse la dir. dell~orch. del Grand Hotel Palace , stabilendosi nel 1917 a Castagnola. Nel 1915 gli fu affidata la direzione della Kurorchester di S. Moritz, che egli migliorò con ottimi elementi dell'orch. del Kursaal di Lugano (à Mastelli, à Petillo, ecc.). Fino al 1939 divise così la sua attività tra il Ticino e l'Engadina. Nel 1925 il cons. di Bergamo gli affidò una cattedra d~insegnamento. Nel 1925-26 fu collaboratore di Furtwangler con le orch. della Filarmonica di Berlino e del Gewandthaus di Lipsia. Fra il 1933 e il 1934 diresse numerosi concerti in una tournée che lo portò in Austria, alla testa dei Wiener Symphoniker, in Ungheria, dove diresse l'orch. dell'Accademia Franz Liszt, e in Cecoslovacchia. Tenne corsi di vl. a Salisburgo: nel 1934 al Mozartoum e l'anno successivo nel contesto del festival. A Lugano diresse liorch. della RSI soprattutto negli ultimi anni, quando assunse regolarmente la direzione dei concerti estivi al Parco Civico. Fu autore di romanzi e di racconti, ambientati nei paesaggi prediletti di Lugano e dell'Engadina. Queste op. procurarono all'autore vari riconoscimenti fra cui, nel 1938, il Premio Schiller. All'Engadina dedicò pure una suite sinfon., una delle poche compos. sue sopravvissute in quanto, negli anni 194046 privo di impegno stabile e cedendo al grave sconforto, distrusse parecchi suoi lavori manoscritti. Condusse notevole attività giornalistica. Diresse per alcuni anni il settimanale Azione a cui collaborò in seguito come critico mus., attività che condusse pure sul Corriere del Ticino.
 
COMPOS.: Mus. sinf.: Engiedina, suite alpestre per grande orch. (1937), nei movimenti : Julier - La pastorella di Campfer Schlitteda - Inn ; Bozzetti, per piccola orch. Liriche da camera : Quattro liriche, per canto e pf. (1910) : Quiete meridianana ne l'Alpe (A. Fogazzaro), Sonetto d'inverno (A. Negri), Berceuse de la Vierge (C. Granmougin), Sorella (G. Pascoli), (Ed. Ricordi, Milano); Notturno (A. Negri), per canto, vl. e pf. (1950). Op. lett. : I1 giardino e la falce, Milano (1925)(trad. ted. Kleine Fabel fur moine Geige, Radolfzell 1933'; La mia bella straniera, Bologna (1927); L'ignoto di Silvaplana, Milano (1932); Sua eccellenza il cantastorie, Milano (1932); La tua, la mia Engadina, Milano (1937); Isola persa, Bellinzona (1943).
 
BIBL.: Radioprogramma (11) 1948; M. Agliati, I1 Teatro Apollo di Lugano, Lugano 1967, 426 e 436.