Saputo, Vincenzo
Milano, 10 I 1913. Compositore. Studi musicali al cons. di Milano sotto la guida di Ettore Pozzoli e à Carlo Gatti. Contemporaneamente seguì i corsi di medicina all'Università, dove nel 1937 ottenne la laurea e più tardi la libera docenza in Clinica Pedriatica. Durante il periodo di soggiorno della sua famiglia a Locarno (dove abitò per circa 10 anni) entrò in contatto con lo scrittore tedesco Emil Ludwig, da molti anni stabilito a Moscia presso Ascona. Dietro suo invito mise in mus. Una vela sul lago, commedia mus. che il Ludwig scrisse nel 1933 e che, nella versione italiana di Ada Salvatore, andò in scena in forma privata nel giardino della casa dello scrittore il 14 IX 1934. Il lavoro, che oltre alle parti recitate prevede una v. solista (Ms), coro misto, coro di bambini e orch., ambienta la vicenda nel periodo dell'occupazione napoleonica della Lombardia, quando le terre ticinesi dovettero scegliere se unirsi alla Repubblica Cisalpina oppure alla Svizzera. Dopo la rappr. privata il Ludwig ampliò la prima parte della commedia con una scena corale in cui era presentata la popolazione afflitta dalla carestia e il canto accorato di una madre. Saputo completò la compos. nel maggio del 1935 e in questa versione la diresse ai microfoni della RSI il 24 II 1936. Nel 1939 compose la mus. per la colonna sonora del film svizzero Eve di Francis Borghi, di cui curò la direzione con l'Orchestre de la Suisse Romande. Mobilitato durante la guerra, nel 1942 fu destinato al fronte russo. Tornato in patria, dopo questa dura esperienza, decise di dedicarsi esclusivamente alla medicina ed attualmente è primario nel centro Diagnostico Italiano di Milano.
 
BIBL.: Radioprogramma (18) 1936, 2.